E’ finalmente uscito il programma del primo convegno nazionale AIIG giovani in programma per il 20 e 21 aprile a Torino!!

 

Le Nuove geografie

RICERCHE, Sguardi e prospettive per descrivere il cambiamento

 

 

Torino, 20-21 Aprile 2012

Castello del Valentino – Viale Mattioli, 39
Aula 8

L’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia promuove il primo workshop dell’AIIG Giovani, in collaborazione con il Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio dell’Università e del Politecnico di Torino e l’AGAT – Associazione Geografica per l’Ambiente e il Territorio, Roma.

L’incontro vuole essere un momento aperto di riflessione comune e di confronto tra giovani geografi e (futuri) insegnanti su approcci, problemi e strumenti disciplinari innovativi nei campi delle diverse professionalità collegate alla geografia (dall’insegnamento alla ricerca – accademica e non – sino al lavoro sul campo). Tutti i soci juniores dell’AIIG sono invitati a partecipare al workshop, che è aperto anche a tutti gli insegnanti, ricercatori, professionisti interessati all’argomento.

Il workshop è strutturato in due mezze giornate. La prima propone due sessioni di lavoro collettivo a partire dai contributi presentati dai partecipanti, ma è aperta anche a coloro che intendono prendere parte al dibattito senza presentare un proprio contributo. La seconda prevede alcuni seminari esterni di aggiornamento su temi e approcci originali nella didattica e nella ricerca in geografia.

Il workshop intende, inoltre, porre le basi per una rete di lavoro interna all’AIIG Giovani per proporre iniziative, progetti e occasioni di confronto e partecipazione all’interno dell’associazione: in coda ai lavori del convegno, verrà dato spazio ad una riunione organizzativa e di coordinamento aperta a tutti i soci interessati.

L’iniziativa è svolta con il patrocinio dell’AGEI – Associazione dei Geografi Italiani

 

 

Programma

Venerdì 20 Aprile 2012

Aula 8

Ore 14,00

Apertura del workshop

Ore 14,30-16,30

Tavole rotonde parallele –Tecnologie; Ambiente; Cultura; Didattica. Moderano le Tavole Rotonde: Cristiano Giorda, Daniele Ietri, Lorena Rocca, Antonio Stopani.

Ore 16,30 – Pausa

Ore 16,30

Sessione plenaria – Le nuove geografie. Ricerche, sguardi e prospettive per descrivere il cambiamento. Dibattito introdotto dai moderatori delle tavole rotonde parallele. Interviene: Giuseppe Dematteis.

Ore 20,30 – Apericena (offerto. Trattasi di un sostituto, tutto “torinese”, dell’aperitivo e della cena)

Sabato 21 Aprile 2012

Aula 6

Ore 9,30

Seminario di aggiornamento metodologico e didattico: Le rappresentazioni del mondo tra reale e virtuale, Alberto Vanolo

Ore 11,00 – Pausa

Ore 11,30

Riunione organizzativa AIIG Giovani

Ore 13,30 – Pranzo(a carico dei partecipanti)

Ore 15,00

Tutto quello che avreste voluto sapere di Torino, ma non avete mai osato chiedere(alla vostra guida turistica), escursione molto geografica accompagnata da Cristiano Giorda e Matteo Puttilli.

Ore 17,30

Chiusura del Workshop

 

Tavole rotonde

 

 

Tecnologie

Sergio Cecchini, L’utilizzo della LIM nella didattica geografia dei nuovi bienni. Esempi applicati all’insegnamento dell’evoluzione del concetto di Europa nelle classi prime

Francesco De Pascale, Lo studio dei Luoghi della Memoria calabresi, attraverso le nuove tecnologie GIS e la geografia della percezione

Alberto Di Gioia, SAI: Sistemi alpini di integrazione e GIS per lo studio delle città e dei servizi delle Alpi

Assunta Giglio, Gis e didattica: nuove opportunità metodologiche ed analitiche per uno studio innovativo ed interattivo della geografia

Daniele Ietri, Buone notizie per le città. Impatti positivi dell’invecchiamento della popolazione

Francesca Molino, Google Earth nella didattica della geografia

Antonio Scarfone, Torraca, prima led city al mondo: un paesaggio ecosostenibile

 

Ambiente

Grazia Maria Attanasio, Etna: minaccia o risorsa? Indagine sulla percezione del rischio vulcanico. Popolazione, Ambiente e Risorse nella regione etnea.

Antonella Calia, Alla scoperta del fiume Ticino. L’ambiente fluviale e il paesaggio sonoro nella didattica della geografia della scuola primaria.

Roberto Coltella, La geografia attraverso i fossili (Laboratorio paleontologico all’aperto)

Luigi La Riccia, Cultura del paesaggio e nuove prospettive di sostenibilità nella pianificazione locale.

Massimo Masci, Geografia e turismo nella Valle Falacrina (Rieti).

Francesco Nebbia, Il terremoto a L’Aquila del 2009: dai sopralluoghi sul campo alla prevenzione sismica

Sonia Zillotto, Analisi geo-didattica sui temi dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile nella scuola dell’infanzia e primaria. Confronto tra Padova e Würzburg

 

Cultura

Silvia Aru, Osservare, rappresentare e progettare un mondo plurale: laboratori interculturali per l’infanzia.

Marco Bucci, Il trasporto pubblico a Roma dall’ Unità d’Italia ad oggi. Prospettive future

Francesca Cirio e Cristina Marchioro, Cibo, territorio e multiculturalità: Uno sguardo geografico sulla tradizione, trasformazione ed innovazione di San Salvario

Matteo Gobbo, Lo spazio urbano nell’economia globale

Luca Piano, Luoghi e Paesaggi di un videoclip. Enya

Giacomo Pettenati, Il Patrimonio Mondiale dellUmanità dellUnesco: una lettura geografica

Manuela Speranza, La città ideale, Parco Leonardo

Silvia Viola, L’ insegnamento di “storia e geografia” nei licei riordinati: quale progetto culturale?

Maria Rosaria Vinaccia, Nomina sunt consequentia rerum: come rilevare l’identità territoriale attraverso l’ausilio delle designazioni toponimiche

 

Didattica

Laura Angela Ceriotti, Un Laboratorio di Geografia Antropica sul tema del Viaggio Missionario per parlare di Cittadinanza

Claudia De Caro, Il paesaggio emotivo dei mambini sanseverineri della IV B

Epifania Grippo, Unità didattica (ud) per studenti di scuole secondarie superiori: la trascalarità del concetto di periferia.

Angela Caruso, Geografia: dall’emozione alla conoscenza. Un approccio geopedagogico

Antonietta Panella, Paesaggio educatore

Teresita Possidente, Dall’ascolto al visibile. Un percorso didattico sul paesaggio sonoro applicabile all’ipovedenza

Giacomo Zanolin, L’uscita didattica, tra natura e cultura.


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...